Spostare la stazione ferroviaria in una nuova posizione vicino al centro città e ridurre la quantità di binari crea una serie di nuove opportunità di connettività urbana e sviluppo della città.

Mobility Center

TIPOLOGIA Infrastruttura, Multifunzionalita', Spazio pubblico
STATO Concorso 1° premio, in Elaborazione
LUOGO San Candido, Italia
ANNO 2013
CLIENTE STA, Südtiroler Trasportstrukturen AG

PROJECT ARCHITECT Peter Pichler
DESIGN TEAM Marco Becucci, Leila Meoure, Marta Musial, Clara Oloriz, Alfredo Ramirez, Juan Torres, Anna Vyazovskay

COLLABORATORS GroundLab

Il nuovo Centro Mobilità è costituito da una nuova piazza pubblica e da un sottopassaggio naturale al di sotto dei binari per la circolazione dei pedoni e delle biciclette. I veicoli motorizzati possono essere parcheggiati sul lato nord da dove è possibile raggiungere il centro storico e commerciale della città con una comoda e breve passeggiata. Il centro di mobilità funge da fulcro di connessione e scambio tra treni, autobus, macchine, biciclette e mobilità elettrica. L’intera piazza segue le linee guida dello shared space/spazio condiviso e funziona come una continuazione della zona pedonale già esistente.

Il nuovo territorio, che risulta dalla riduzione della quantità complessiva di binari e del surplus di capacità, verrà scambiato reindirizzando la strada regionale lungo i binari rimanenti. Questo migliorerà la connessione e lo sviluppo futuri del lato nord della città e permette la creazione di una zona cuscinetto per le funzioni aggiuntive. Nuove aree aggiuntive e edifici esistenti si uniranno al progetto per fornire crescita e sinergie per un parco commerciale ausiliario.

Il Masterplan prevede nuovi programmi sociali come uno skate park e un centro giovanile che occuperanno ulteriori terreni inutilizzati e vecchi edifici storici dell’ex stazione ferroviaria.