Crumple Zone, un’installazione ideata per un luogo ben preciso, utilizza l’acciaio punzonato CNC con immagini proiettate a creare un’opera che sfida i preconcetti dei principi vitruviani di stabilità, utilità e bellezza nella mostra inaugurale di Factio, un collettivo di curatori no-profit creato per supportare un dialogo all’interno di moda, arte, design e architettura britannica.

Crumple Zone

TIPOLOGIA Installazione
STATO Incarico, Costruito
LUOGO Londra, Regno Unito
ANNO 2004
CLIENTE Factio

DESIGN TEAM Annelie Giencke, Christian Täubert

Bypassando il processo tipicamente lineare di progettazione seguito dalla costruzione, e invertendo i sistemi strutturali tradizionali dello scheletro, Plasma Studio ha programmato una serie di lamiere industriali standard in acciaio con informazioni sotto forma di cuciture perforate. Come nelle recenti strategie automobilistiche, l’organizzazione materiale apparentemente indebolita permette la formazione di linee di distribuzione dello stress globale che ottengono un diverso tipo di performance strutturale.

Il materiale della lamiera si è trasformato attraverso la negoziazione con l’organizzazione generale dei curatori, con il sito e con la ricerca della forma strutturale. Tuttavia, rispecchia le opere architettoniche tradizionali nell’espandersi dalla funzione sottomessa di fornire la superficie e lo sfondo per le esposizioni alla propria discussione intrinseca.

Mentre l’opera deriva da un insieme rigoroso di rapporti proporzionali, questi si limitano a differenziare la consistenza del materiale per indirizzare le forze reciproche all’interno del processo di produzione. Una discussione sull’estetica contemporanea nasce dalle interrelazioni incorporate, dalla sensualità delle forme liberata dalle costrittive regole cartesiane e dalla sua apparenza senza peso.