The Wall - un incontro del terzo tipo, è una commissione di Vision Magazine. Il pezzo è un assemblaggio di due superfici planari che sono intrecciate insieme, legate in un dialogo che ha ripercussioni intrinseche, (in) formando un risultato, un esito vivo che è mutevole, trasformabile, a volte giocabile (con) e sempre sensibile a l'interazione – che si crea incessantemente

Contingent Affiliations

TYPE Installation
STATUS Commission, Built
LOCATION Beijing, China
YEAR 2015
CLIENT Vision Magazine

PROJECT ARCHITECT Pietro Scarpa
DESIGN TEAM Eva Castro, Ulla Hell, Holger Kehne, Chuan Wang, Aurélie Biraud, Valentina Mancini, Giulia Mariotti, Yunya Tang, Shunhe Wen, Xiaoyu Zhang, Jingshuang Zhao, Jun Zhao

Sottolinea i due personaggi principalmente diversi delle entità originali e la trasformazione che entrambi possono subire quando sottoposti all'interazione reciproca.  Tale trasformazione ha un effetto formativo in quanto supera i singoli cambiamenti dell'UNO per diventare qualcosa di un altro regno; una reinvenzione dei due attraverso una proiezione congiunta.Uno spettatore sarà prima di tutto e soprattutto colto alla sprovvista dalla scala di questa installazione: tra una struttura occupabile e un modello rappresentativo, solleva una serie di domande elementari riguardo alla rappresentazione e all'esperienza dello spazio.  Più che un muro, questa scultura impiega la profondità in modo ambiguo, espandendo e facendo crollare lo spazio contemporaneamente.L'assenza di materialità nella combinazione di plexiglas monocromatico nero e trasparente, eliminando ogni traccia del creare insieme a una morfologia sistematica ma alla fine astratta e non referenziale, tutti lavorano insieme per generare un'esperienza sublime ed un oggetto unico.

L'OBIETTIVO finale è una macchina ASTRATTA che esprime il modus operandi di Plasma Studio; il processo creativo dei partner, un modo di lavorare, creare e inventare nuove narrazioni indistintamente della sua scala: pianificazione urbana, architettura, installazione, interior design o arredamento.